since 1981

Rottami di rame, in arrivo i nuovi criteri Ue “end of waste”

19.03.2013

Predisposta dall'Ue la proposta di regolamento recante i criteri che determinano quando i rottami di rame cessano di essere considerati rifiuti. La soglia per i materiali estranei è fissata al 2%.

Lo schema di regolamento messo a punto dalla Commissione e ora al vaglio di Parlamento e Consiglio europeo, detta la condizioni da soddisfare affinché cessi la qualifica di rifiuto dei rottami di rame, ai sensi della direttiva 2008/98/Ce. Le prescrizioni riguardano i rifiuti utilizzabili nell’operazione di recupero, la tipologia di trattamento, i requisiti dei rottami ottenuti dall’operazione recupero e gli adempimenti del “produttore” (dichiarazione di conformità e sistema di gestione).

Il limite previsto dallo schema di regolamento alla presenza di materiali estranei nei rottami di rame ottenuti dall’operazione di recupero, ritenuto “sicuro” dal punto di vista ambientale, è stato tenuto fermo al 2% dalla Commissione nonostante le preoccupazioni esternate da alcuni Stati membri.

Si ricorda che l’Ue ha già approvato due regolamenti “end of waste” con riferimento ai rottami ferrosi (333/2011/Ue) e ai rottami di vetro (1179/2012/Ue).

Fonte: Reteambiente.it
CHIBO S.r.l.
Via Nobel, 27/29A
Q.re SPIP- 43122 Parma - Italy
Tel. (+39) 0521/606611
Fax. (+39) 0521/607750
P.IVA 00762480341
Cap. Soc. iv 109.200,00 Euro

e-mail: info@chibo.it
Social network
Facebook

Twitter

YouTube

TAGs
CERTIFICAZIONI
Privacy | Website by Clicom