since 1981

Orlando lancia programma nazionale prevenzione rifiuti

27.09.2013



ROMA - Prevenzione contro lo spreco alimentare, contenimento dei rifiuti da imballaggio ed elettronici e soprattutto educazione e informazione per tutti. Sono questi i punti chiave del Piano nazionale di prevenzione dei rifiuti annunciato dal ministro dell'Ambiente, che prevede entro il 2020 una riduzione del 5% per unità di Pil dei rifiuti urbani, del 10% di quelli pericolosi e del 5% di quelli speciali . Le regioni dovranno adottare il piano entro 1 anno, integrandolo nella loro pianificazione territoriale.

"In una fase in cui ci siamo trovati a rispondere a tutta una serie di emergenze già in essere, è con grande soddisfazione che come ministro propongo un piano di intervento strutturale che guarda alla prospettiva delle cose", ha detto il ministro dell'Ambiente, Andrea Orlando, presentando il piano, che è "il risultato di un percorso di condivisione iniziato lo scorso anno tra rappresentanti degli enti locali, del mondo della produzione, dell'associazionismo ambientali e della cittadinanza più ampia". Il programma è stato adottato formalmente il 7 ottobre con un decreto direttoriale, "in anticipo rispetto alla scadenza prevista dalla direttiva Ue 2008/98/CE, del prossimo 12 dicembre".

Ad assicurare la massima trasparenza sarà istituito presso il ministero un tavolo permanente di monitoraggio, anche sulle regioni, per individuare criticità e misure integrative da proporre. "Questo programma - ha aggiunto il ministro Orlando - educa alla prevenzione", che è la chiave per arrivare a "mantenere e possibilmente aumentare il calo nella produzione dei rifiuti che si è verificato in questi ultimi tempi a causa della crisi economica. Tutti ci auguriamo che ci sia una ripresa economica, ma non ci deve essere anche una ripresa nella produzione di rifiuti.

Questi obiettivi al 2020, rispetto ai valori del 2010, relativi alla singola unità di Pil, sono la riduzione del 5% dei rifiuti urbani, del 10% dei rifiuti pericolosi e del 5% di quelli speciali non pericolosi". In particolare il piano individua alcuni 'flussi prioritari', come gli scarti alimentari, la carta e gli imballaggi e i rifiuti elettronici. Tra le misure generali rientrano il Green Procurement per la Pubblica amministrazione, il riutilizzo, la promozione della ricerca e l'informazione e l'educazione. Rientra in quest'ultimo punto la prossima creazione del portale del ministero dell'Ambiente sulla prevenzione che conterrà una banca dati sulle 'buone pratiche'. "Sarà a disposizione dei cittadini - ha aggiunto il ministro - ma sarà anche un punto di supporto per gli enti locali".

Sul tema della fiscalità verde, ha annunciato Orlando, verrà creata una task force presso il ministero dell'Ambiente per elaborare una serie di proposte che tengano conto di eventuali misure di vantaggio per i cittadini che effettuano differenziata e riciclo in modo virtuoso. "Credo sia molto importante - ha detto Orlando - che si premino i percorsi virtuosi di gestione dei rifiuti e naturalmente anche il comportamento delle famiglie che operano nella direzione della differenziata".

"L'obiettivo - ha aggiunto - è quello di definire la cornice della nuova tassa sui rifiuti prevista nella Service Tax e consentire l'applicazione di tariffe che i Comuni potranno scegliere in sostituzione della tassa ispirate al principio comunitario 'chi inquina paga'". In merito alla rimodulazione della Service Tax, il ministro ha poi aggiunto che "sul tema c'è stata una condivisione ampia all'interno della maggioranza perché - ha concluso - mi pare che ci sia consapevolezza che o c'è una tassa che prosegue nella direzione intrapresa da molte amministrazioni locali o c'è il rischio di un'involuzione rispetto a obiettivi sulla differenziata che sono stati raggiunti nel corso di questi anni".

Fonte: ansa.it
CHIBO S.r.l.
Via Nobel, 27/29A
Q.re SPIP- 43122 Parma - Italy
Tel. (+39) 0521/606611
Fax. (+39) 0521/607750
P.IVA 00762480341
Cap. Soc. iv 109.200,00 Euro

e-mail: info@chibo.it
Social network
Facebook

Twitter

YouTube

TAGs
CERTIFICAZIONI
Privacy | Website by Clicom