since 1981

Inghilterra: a chi affitta il proprio box colonnine gratis di ricarica elettrica

12.10.2013

Guadagnare 25 euro in più al giorno? In Gran Bretagna si può. Basta affittare il proprio garage a chi guida un’auto elettrica. L’opportunità è tanto ghiotta quanto semplice da sfruttare. Dal 2006 in Inghilterra è attivo ParkatmyHouse, il sito che consente di noleggiare il box o il posto auto di casa anche solo per un’ora. E dall’anno scorso, grazie all’accordo stretto con il governo britannico, i proprietari dei parcheggi possono fare richiesta per l’installazione gratuita di una colonnina elettrica da muro. «Al momento abbiamo attivato 170 punti di ricarica, ma ci aspettiamo di arrivare a 1.500 entro il prossimo anno», dice Alex Stephany, amministratore delegato di ParkatmyHouse.

COME SI FA – Per usufruire dell’offerta basta compilare un modulo online dimostrando di risiedere nel Regno Unito e di possedere un parcheggio di proprietà con un impianto elettrico a norma. «Compilare il form sul sito è stato semplicissimo. E ora ho a disposizione questa nuova tecnologia senza aver sborsato un penny», afferma Ravindra Rao, una delle prime ad aver approfittato dell’iniziativa.

CARATTERISTICHE TECNICHE – La speciale presa che viene installata è prodotta dalla Chargemaster e ha un valore superiore ai 1.700 euro. Piccola di dimensioni, viene sistemata direttamente sul muro, in modo da occupare il minor spazio possibile. È dotata di un cavo di circa 5 metri ed è in grado di ricaricare tutti i modelli di auto elettriche attualmente sul mercato. Per una ricarica il tempo necessario è di circa 7 ore, mentre per un «rabbocco» ne basta la metà. Ovviamente, più tempo l’auto sta ferma in ricarica, più l’automobilista pagherà per l’uso del garage.

CHI AFFITTA PAGA – Il costo dell’elettricità necessaria per il rifornimento è sostenuto dal proprietario del box, che però lo recupera aumentando il prezzo dell’affitto. Si parla comunque, al massimo, di 5 euro. «In casa mia ci sono pannelli fotovoltaici, quindi chi verrà a fare il pieno da me lo potrà fare gratis», dice Julian Kenny, un altro fruitore del servizio.

OPPORTUNITÀ PER TUTTI – Anche chi non ha una vettura elettrica è incentivato a installare la colonnina. E questo perché, da una parte, aggiunge valore dell’immobile e, dall’altra, perché aumenta le probabilità di prenotazione attraverso ParkatmyHouse. Con questo sistema, infatti, chi guida un’auto a batteria può prenotare un punto di ricarica in anticipo ed essere sicuro di averlo riservato solo per lui, invece di andare in cerca di una colonnina pubblica sperando che sia libera.

IN ITALIA – In Italia la mobilità elettrica arranca. Se nel Regno Unito ci sono più di 2 mila colonnine, da noi se ne contano poco più di 500 concentrate per lo più nelle grandi città e al Nord. Quasi la metà sono distribuite tra Firenze (138), Roma (66) e Milano (51). Seguono Bologna (27), Brescia (18), Reggio Emilia (16) e Modena (14). Del resto, questi pochi punti di ricarica vanno a soddisfare un mercato di nicchia: nel 2012 in Italia sono state vendute appena 524 auto elettriche. E anche nella prima parte del 2013 le cose non sono andate meglio: da gennaio a maggio le vendite sono state di sole 251 unità. Chissà che, prendendo spunto dall’operazione inglese, si possa dare anche in Italia un nuovo impulso a questa forma di trasporto sostenibile.



Fonte: corriere.it
CHIBO S.r.l.
Via Nobel, 27/29A
Q.re SPIP- 43122 Parma - Italy
Tel. (+39) 0521/606611
Fax. (+39) 0521/607750
P.IVA 00762480341
Cap. Soc. iv 109.200,00 Euro

e-mail: info@chibo.it
Social network
Facebook

Twitter

YouTube

TAGs
CERTIFICAZIONI
Privacy | Website by Clicom